LA MANIFESTAZIONE N.1 AL MONDO PER GLI STRUMENTI MUSICALI DI ALTO ARTIGIANATO

visit

18.158

Operatori e Musicisti
(+6,5% vs 2017)
da 55 Paesi

expo

320

Espositori
(+6% vs 2017)
da 30 Paesi

world

52%

 Espositori esteri

event

+160

Eventi tra concerti, seminari, masterclass,
presentazioni e mostre storiche

I numeri dell’ultima edizione, confermano che Cremona Musica è il più importante appuntamento mondiale per gli operatori professionali del mondo della liuteria e della grande musica. Qui, patria delle più rinomate famiglie di liutai della Storia, e sede del più grande distretto liutario del mondo, si incontra la gente giusta per sviluppare nuovo business

Un festival internazionale con i più prestigiosi nomi della musica

L’ultima edizione di Cremona Musica ha visto passare tra gli stand personaggi come:

Maxim VengerovMarat BisengalievYulia Berinskaya, Rodrigo D’Erasmo e Brad Repp (violinista che si è esibito in uno spettacolo di cabaret musicale assieme al pianista Aldo Gentileshi, con cui forma il Duo Baldo), I Musici di Parma, Galimathias e l’Orchestra d’archi dell’Associazione musicale e culturale di Farra d’Isonzo.

I docenti dell’Istituto Monteverdi: Francesco Fiore, Laura Gorna, Silvia Chiesa e Giovanni Bellucci sono stati protagonisti del Monteverdi Day, lo spazio che Cremona Musica ha dedicato al conservatorio cremonese che hanno tenuto seminari dedicati rispettivamente a viola, violino, violoncello e pianoforte.

Piazza del Comune è stata teatro del Yamaha Silent Wifi Concert, con il pianista Andrea Vizzini e la violinista Isabel Gallego, in un suggestivo evento in cui la musica è stata udibile solo attraverso apposite cuffie.

Non sono mancate le presentazioni di libri e progetti dedicati al mondo della liuteria con  Syusy Blady, Danilo Rossi e Mario Brunello. Due grandi nomi della viola, come Bruno Giuranna e Luca Sanzò hanno presentato il congresso mondiale ESTA.

Per quanto riguarda il pianoforte, i protagonisti sono stati Filippo Gamba, Leonora Armellini, Fernanda Damiano, Sandro Ivo Bartoli, Irene Veneziano, Costantino CatenaBoris Berman, Alberto Nosè, Jura Margulis, Gile Bae, Gaia Sokoli, Massimiliano Genot, Luca Rasca, Axel Trolese, Mariangela Vacatello, Roberta Di MarioGeorge Vatchnadze, Louis Lortie, Alvaro Siviero, Vanessa Benelli Mosell, Vovka Ashkenazy e The Pianos Trio (Carlo Maria Griguoli, Alessandro Stella e Giorgia Tomassi). Non sono mancate le conferenze e le presentazioni di libri dedicati al pianoforte, con Boris Berman, Ala Botti Caselli, Luca Ciammarughi, Emilia Fadini, Stuart Isacoff e Alexander Kerstan.

L’Acoustic Guitar Village ha visto la presenza di Mirkoeilcane, artista rivelazione dell’ultimo Festival di Sanremo. E poi, Andrea Tarquini, Luigi “Grechi” De Gregori, fratello del più noto Francesco,  Andrea Rivera,  Teresa Plantamura e Lorenzo Marianelli. 

Non poteva mancare la sesta edizione dell’Italian Bluegrass Meeting, un appuntamento unico per gli amanti di questo genere musicale con lo special guest di questa edizione, il chitarrista-mandolinista americano John Jorgenson che è stato anche fra i protagonisti, insieme a Clive Carroll e Micky Piperno, delle masterclass didattiche, mentre Bryan Galloup e Charles Fox, sono saliti in cattedra per le master class di liuteria chitarristica.

Un’altra guest star è stato Hermann Hauser III. I visitatori hanno potuto immergersi nel mondo delle chitarre Hauser, vere opere d’arte oltre che strumenti musicali, grazie a esibizioni dal vivo, conferenze ed una mostra con alcuni degli strumenti più rappresentativi della casa tedesca. Fra gli artisti coinvolti Aliosha De Santis e Andrea Dieci.

Diversi gli eventi dedicati al compositore Mario Castelnuovo-Tedesco, scomparso cinquanta anni fa, fra i quali il concerto del virtuoso giapponese Kazuhito Yamashita,  e la presentazione del volume “Omaggio a Mario Castelnuovo-Tedesco”, a cura di Piero Bonaguri, con la preziosa collaborazione del festival milanese Corde d’Autunno.

Fra gli artisti più attesi della sezioni fiati, il clarinettista Milan Rericha, il cornista Nilo Caracristi e i flautisti Adriana Ferreira, Jean-Claude Gérard, Francesco Loi e Raffaele Trevisani e la rassegna bandistica, con dodici delle migliori bande italiane.

L’Accordion Show ha esordito con mostre dedicate agli strumenti provenienti dai due principali poli italiani e mondiale di questo strumento: Stradella e Castelfidardo. Il programma ha visto inoltre conferenze, presentazioni di libri, masterclass e concerti, con Gianluca Campi, Tiziano Chiapelli, Duo Encuentro, Alessandro Fortarel, Gaetano Galbato, Francesca Gallo, Walter Losi, Mauro Manicardi, Claudio Mattioli, Lorenzo Munari, Roberto Rossi, Riccardo Tesi e Luca Zanetti.

Giornalisti da tutto il mondo e un grande riscontro mediatico

la Media Lounge: un’iniziativa che porta in fiera circa 30 giornalisti di alcuni tra i più prestigiosi media internazionali, che seguono la Manifestazione e fanno reportage sulle loro testate:

– Serhan Bali (Andante)
– Kirsten Beasty  (The Strad)
– Edward Blakeman (BBC)
– Roman Berchenko (Radio Orpheus)
– Federico Capitoni (Repubblica) 
– Sandro Cappelletto (La Stampa) 
– Nicola Cattò (Musica) 
– Luca Ciammarughi (Musica/Radio Classica/Suonare News) 
– Paola Carruba (RAI)
– Giulio Cinelli, (Pianosolo.it)
– Geoffrey John Davis, The Violin Channel.
– Martin Hoffmeister (MDR Radio)
– Luca Iavarone (Fanpage.it)   
– Stuart Isacoff (Wall Street Journal, Musical America)
– Evgenia Krivitskaia (Music Life, Russia)
– Alexander Laskowski (Polish Radio)
– Christian Lloyd (The Strad)
– Massimo Lombardi (Venice Classic Radio) 
– Valentina Lo Surdo (Radio3, Suonare News) 
– Luca Lucibello (Archi Magazine) 
– Duilio Meucci, (Suonare News) 
– Filippo Michelangeli (Suonare News)   
– Paola Parri (Pianosolo.it)  
– Andreas Pehl (WDR Köln)
– Cecile Prakken (Brava TV) 
– Serena Roberti, (Hearst Magazine, Silhouette) 
– Justo Romero (Revista Scherzo)
– Gaetano Santangelo (Amadeus)
– Christian Salerno (Pianosolo.it)  
– Toru Sase, Sarasate Magazine (Giappone)
– Eric Schoones (Pianist Magazin, D/Pianist Magazine, NL)  
– Alessandro Tommasi (Amadeus online – Le Salon Musical)
– Robert Turnball (International Piano)
– David Warn  (pianostreet.com)

Questa attenzione mediatica ha portato ad avere una rassegna stampa che conta 1165 uscite su 401 testate