Tutti i segreti di Ciresa: “A Cremona Musica 2018 presenteremo un nuovo prodotto che meraviglierà tutti”

Ciresa è uno dei più noti marchi italiani nel mondo della liuteria. Fondato nel 1952 a Tesero, in provincia di Trento, l’azienda è nota soprattutto per le sue tavole armoniche fatte con un particolare tipo di legno, l’abete rosso della Val di Fiemme. Piera Ciresa ci spiega i segreti dell’azienda, i nuovi prodotti che stanno sviluppando e ci annuncia che a Cremona Musica 2018 presenterà qualcosa di nuovo e che “meraviglierà il pubblico”.

Le tavole armoniche Ciresa sono da sempre una delle eccellenze italiane legate al mondo della liuteria. Può dirci qual è il segreto del vostro successo?

Il segreto è prima di tutto nella nostra lunga esperienza e nella materia prima, l’abete rosso di risonanza, che noi selezioniamo solamente in Val di Fiemme ed in maniera molto attenta ed accurata. A partire dalla scelta dei tronchi, attraverso un taglio mirato ed una stagionatura naturale, i pezzi per liuteria vengono poi classificati per qualità ed annata di taglio, in modo da facilitare la scelta ai liutai che vengono a visitarci o che ci chiedono la fornitura affidandosi alla nostra scelta. Credo che la nostra serietà ed affidabilità facciano poi la loro parte, facendoci guadagnare la fiducia dei nostri clienti e garantendo sempre un prodotto di qualità.

Quali sono le caratteristiche che rendono l’abete della Val di Fiemme il legno ideale per il suono degli strumenti a corda?

La collocazione in altitudine, l’esposizione al sole e al riparo dai venti, le condizioni climatiche e caratteristiche del terreno ideali per fare in modo che gli alberi crescano in maniera eccellente. Questo abete ha caratteristiche che sono oramai riconosciute da tutti gli addetti ai lavori, e non, quali leggerezza, elasticità, peso specifico e fibra con anelli di crescita stretti e regolari, che si esprimono nelle capacità vibrazionali e sonore degli strumenti a corda. Naturalmente è fondamentale effettuare la scelta, il taglio, la lavorazione, lo stoccaggio con l’esperienza e la serietà che contraddistinguono anche il nostro personale, in modo da utilizzare al meglio questo legno prezioso.

Anche alcuni tra i migliori costruttori di pianoforti usano le tavole armoniche Ciresa. Quali sono le differenze rispetto alle tavole armoniche per i pianoforti di altra provenienza?

Le tavole armoniche prodotte presso la nostra azienda hanno il grande vantaggio di essere costruite solo con abete di Fiemme, garantendo nel tempo un prodotto sempre con le stesse caratteristiche sonore e di prestazione. Questo facilita molto il cliente produttore di strumenti, in quanto sa che può fare affidamento su determinati parametri sonori e quindi di garantire a sua volta la stessa sonorità del pianoforte. Le differenze sostanziali stanno proprio nelle caratteristiche strutturali dei vari tipi di abete, che presentano fibra e peso specifico diversi paragonati ad abete cresciuto in altre zone geografiche.

Ultimamente Ciresa produce anche particolari diffusori acustici, basati sull’esperienza maturata con le tavole armoniche. Può illustrarci le loro caratteristiche?

Si, presso la Ciresa si è sviluppato da alcuni anni un prodotto innovativo, denominato Opere Sonore, veri oggetti d’arte che permettono di ascoltare la musica in modo naturale. Si tratta di diffusori acustici realizzati con l’abete di risonanza, che vanno a sostituire i moderni altoparlanti che tutti noi conosciamo. Grazie alla grande esperienza acquisita nella produzione di tavole armoniche, Fabio Ognibeni ha dato forma e vita a questi diffusori, che attraverso la sola vibrazione del legno, materia viva, permettono di ascoltare la musica come ad un concerto live.

Sarete presenti, come gli scorsi anni, anche a Cremona Musica 2018. Cosa rappresenta per voi la partecipazione a Cremona Musica, e quali sono le vostre aspettative per la prossima edizione?

Certamente saremo presenti alla prossima edizione di Cremona Musica 2018, perché per noi è uno degli appuntamenti più importanti, che ci permette di incontrare i nostri clienti provenienti da tutto il mondo e che ci offre l’opportunità di acquisire nuovi contatti. Questo non solo per la fornitura del legno nel settore liuteria classica, ma anche per le chitarre, esposizione che sta crescendo positivamente di anno in anno. Il salone pianoforti ci vede comunque presenti con le tavole dentro gli strumenti, legati ai tecnici e agli accordatori, come alle aziende costruttrici. Sarà un’edizione dalla quale ci aspettiamo una buona risposta anche in questo ambito, in quanto presenteremo un nuovo prodotto che meraviglierà il pubblico.