Il tour di Giovanni Sollima con un violoncello di ghiaccio

Partirà il 29 gennaio da Trento il “N-ice cello Giovanni Sollima tour”, il tour con il quale il celebre violoncellista e compositore palermitano attraverserà l’Italia suonando un violoncello fatto di ghiaccio.

Il violoncello è opera dell’artista americano Tim Linhart, che da venti anni realizza strumenti di ghiaccio ed ha anche creato una sala concerti apposita, ovviamente scavata nel ghiaccio, dove dar suonare la sua orchestra, che comprende percussioni, archi, chitarre e xilofoni altri strumenti.

“La prima volta che ho realizzato uno strumento di ghiaccio e ho sentito che suono aveva – spiega Linhart – ero così entusiasta che ho subito messo gli sci e sono sceso in paese per dire cosa avevo fatto. Pensavano che fossi pazzo”, ha detto in uno recente documentario a lui dedicato.

Il violoncello che suonerà Giovanni Sollima è stato realizzato presso il Tonale, nelle Alpi trentine, e proprio a Trento inizia il tour, dal Museo della Scienza, per poi ripercorrere verso sud la penisola. Il tour finirà il 10 febbraio a Palermo, e poi il violoncello di ghiaccio sarà sciolto nel Mar Mediterraneo.

Il progetto, sul quale verrà realizzato anche un documentario di Corrado Bungaro, invita a riflettere sul cambiamento climatico e la crisi idrica e sulle loro conseguenze, soprattutto le migrazioni climatiche, che nei prossimi anni interesseranno sempre più persone, ma che non sono riconosciute dalla Convenzione di Ginevra e non godono di alcuna protezione internazionale.

Ulteriori informazioni sono disponibili sulla pagina Facebook di Giovanni Sollima.