Una rara foto di Stravinsky

Anche un grande compositore come Igor Stravinsky, all’apice della sua carriera, non riuscì a sottrarsi alle procedure burocratiche per emigrare in America. La presente fotografia fu scattata dalla polizia americana nel 1940, durante le pratiche per il visto consolare necessario per risiedere negli Stati Uniti, nazione di cui Stravinsky diventò cittadino nel 1945.

Come il violinista Timothy Judd spiega nel suo post (http://timothyjuddviolin.com/2015/07/stravinskys-illegal-star-spangled-banner-arrangement/), nel 1943 il compositore realizzò un personale arrangiamento dell’Inno Nazionale degli Stati Uniti, Star Spangled Banner, che però non piacque alla Polizia di Boston, la quale dopo la prima esecuzione ne proibì la pubblica performance, a causa dell’armonizzazione particolarmente originale, che avrebbe ridicolizzato l’Inno stesso. Stravinsky fu costretto ad obbedire, ma oggi è possibile ascoltare la sua versione di Star Spangled Banner a questo link:

https://www.youtube.com/watch?v=y1taQl-wOmo